I lavori per arrivare al giorno dell’inaugurazione con ogni dettaglio definito sono partiti a pieno regime con Giorgio Bandoli, Valter Carbone ed Edoardo Zucca, i tre uomini alla testa del comitato organizzatore, impegnati a mettere a punto il programma nel loro specifico campo d’azione.

 

«Lo spostamento di un anno porta in dote un’importante novità – esordisce Valter Carbone, responsabile dei rapporti con le federazioni e della pista di cross – il trasferimento della spettacolare prova di cross che concluderà la manifestazione, dal circuito internazionale di Ottobiano a quello di Cervesina. Abbiamo infatti deciso di realizzare un circuito provvisorio all’interno del motodromo, una scelta dettata in primo luogo dalla minore distanza dal quartier generale di Rivanazzano, che richiede quindi trasferimenti più brevi. Per dare vita al nuovo tracciato, che comprenderà anche tratti su asfalto come avveniva negli anni d’oro della regolarità, abbiamo scelto Armando Dazzi, un italiano che è considerato uno tra i maggiori esperti a livello mondiale nella realizzazione di piste supercross e indoor. Nei prossimi, dopo un sopralluogo a Cervesina, il progetto sarà ufficialmente deliberato, e a giugno la pista di cross (che dovrebbe avere uno sviluppo di circa 1.600 metri) comincerà a prendere forma».

 

 

Immagine di repertorio – Portimao 2019

Translate »